fbpx

Naturalmente il cambiamento parte dall’interno.
Dall’interno delle situazioni per cambiare le situazioni.
Dall’interno di me stesso per il cambiamento personale.
Poi ci vogliono le azioni concrete, mirate al cambiamento.
Azioni che a volte duri fatica a fare e che spesso
possono sembrare inizialmente controproducenti.
Poi la coerenza invece viene premiata, gli sforzi vengono recepiti anche all’esterno
ed è così che inizia cambiare, anche soltanto, un piccolo qualcosa…
ma si sa.. Tanti pochi fanno assai.
Ho sempre messo in primo piano l’impegno dall’interno delle cose che affrontavo
così per la musica, così per le amicizie, così adesso per il quartiere.
Ho sempre pensato che l’impegno personale, al di là di indicare/additare all’esterno
le cose che non mi vanno, sia la cosa più ripagante e concreta che si possa fare.
Ho imparato anche che se voglio cambiare le cose,
le devo cambiare li, proprio dove sono in quel momento.
Senza aspettarmi un aiuto, ma alzandomi da solo,
e tenendo sempre presente in mente
che le rivoluzioni umane si fanno partendo da se stessi.
Il mio impegno è impegnarmi in quello che faccio
e resistere alle intemperie ogni volta che le affronto.
Augh.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: